Anteas
Antenne sociali

ANTENNE SOCIALI

Anteas - FITUS

Le APS come Antenne Sociali - Cittadinanza attiva contro il disagio e le solitudini nei territori

Da "soli" a "solidali": è questo l'obiettivo che vogliamo condividere per rendere le nostre città più accoglienti e più inclusive. Pensiamo che una Comunità non possa restare a guardare senza riuscire a vedere tante persone e tante famiglie che in quanto sole finiscono per essere "invisibili" agli occhi di tutti.

Insieme possiamo sperimentare nuove possibilità per fronteggiare vecchi e nuovi rischi sociali connessi alle solitudini, di anziani, di famiglie fragili e anche di giovani che si rinchiudono nelle loro case.

Costruire "Antenne sociali" capaci di intercettare le solitudini e le fragilità sociali è una grande sfida per costruire una alternativa credibile e sostenibile. Vogliamo costruire una rete diffusa tra tutti i soggetti della Comunità: dagli operatori sociali del Comune ai commercianti, dalle parrocchie alle associazioni di volontariato, dalle persone singole a quelle che fanno parte delle associazioni, dalle imprese al sindacato.

E’ importante il contributo di tutti: anche il tuo.

Il progetto Antenne Sociali vede Anteas nazionale (APS) e la Federazione Italiana per il Turismo Sociale (Fitus) come partner nazionali e le Anteas regionali come partner locali.

ANTENNE SOCIALI

IL TOUR

UN'ALLEANZA FRA CITTADINI E ASSOCIAZIONI PER INTERCETTARE LE SOLITUDINI E LE FRAGILITÀ SOCIALI

Progetto "Le Aps come antenne sociali-cittadinanza attiva contro il disagio e le solitudini nei territori" finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ai sensi della legge 383/2000 – lettera F 2015 Linee di Indirizzo annualità 2015.

LE AZIONI

Le azioni di intervento si svolgeranno all’interno di un preciso e circoscritto territorio (paese, quartiere, cittadina) in cui sia presente una Anteas locale disposta a mettersi in gioco e a confrontarsi con gli altri soggetti in campo. Si tratterà, quindi, di:

Mappare

Mappare le reti di aiuto e auto-mutuo- aiuto esistenti, immaginando nuove forme di sostegno che possano rafforzare quelle già presenti;

Connettere

Connettere tra loro cittadini, enti e associazioni con uno sguardo privilegiato sui bisogni della comunità, rendendoli protagonisti di un reale e duraturo cambiamento al suo interno;

Riconoscere

Riconoscere risorse informali e volontarie, presenti nelle aree più vulnerabili della città, e farne sentinelle di quartiere, connettori preziosi e affidabili;

Acquisire

Acquisire consapevolezza delle strategie necessarie per agire efficacemente sul territorio.

GLI ATTORI COINVOLTI

Questa è la mappa dei soggetti coinvolti nel Progetto e dei principali ruoli e azioni da svolgere.

I formatori e consulenti Silvia Brena e Marco Zanchi, con la supervisione di Ivo Lizzola, avranno il compito di condurre gli eventi formativi e di monitorare e valutare l’andamento del progetto.

Presidente Regionale Anteas:

Individuare l’Anteas locale da coinvolgere come cantiere di innovazione;

Favorire il raccordo tra le azioni del progetto e altre iniziative territoriali.

Animatore territoriale:

Coinvolgere cittadini, enti e associazioni;

Intercettare bisogni e urgenze sociali in contesti chiave del proprio territorio;

Volontario:

Sostenere le azioni e le evoluzioni del progetto.

Staff Anteas, Fitus, Cisl e Fnp:

Offrire supporto tecnico, organizzativo e ammnistrativo.

Soggetti del territorio:

Lavorare sulla rete esistente.

HOME   AREA RISERVATA   POLICY    W3C HTML5   CSS3