Anteas

10/04/2018

Area Stampa - Puglia

"Invecchiamento attivo, sfida ed opportunità", un incontro a Lecce

27 aprile 2018, giornata organizzata da Anteas ed Fnp Coordinamento donne

 

COMUNICATO STAMPA

Invecchiamento attivo: sfida ed opportunità

 

L'invecchiamento attivo e`, secondo la definizione dell'Organizzazione Mondiale della Sanita`, “un processo di ottimizzazione delle opportunita` relative alla salute, partecipazione e sicurezza, allo scopo di migliorare la qualita` della vita delle persone anziane”.

La promozione dell'invecchiamento attivo, ovvero di azioni finalizzate ad incoraggiare la partecipazione delle persone anziane alla vita sociale, politica ed economica saranno il tema della giornata organizzata dal Coordinamento Donne Federazione Nazionale Pensionati Cisl Lecce e dall'Accademia della Terza Età di Anteas-Lecce che si terrà:

 

Venerdì 27 Aprile dalle ore 10,00

presso l'Open Space del Comune di Lecce

dal titolo:

 

“Invecchiamento attivo: sfida ed opportunità”

 

Durante l'incontro si parlerà di sensibilizzazione e valorizzazione del ruolo delle persone anziane attraverso azioni mirate a percorsi di autonomia, benessere, salute e sicurezza di carattere  pedagogico e sociologico attraverso i seguenti interventi in programma:

 

  • Antonio Taddeo,Segretario Generale FNP CISL PUGLIA,che introdurrà la proposta di legge regionale di iniziativa popolare sull'invecchiamento attivo;
  • Dott.ssa Stefania Pinnelli, Docente di Pedagogia Speciale pressoUniversità del Salento, che  illustrerà “Cosa è l'Invecchiamento attivo"”;
  • Andrea Fiorucci,Ricercatore presso l'Università del Salento che ci riferirà "Le tecnologie a supporto dell'invecchiamento attivo e dell'inclusione: l'esperienza del CNTHI UniSalento"
  • Dott.ssa Serena Quarta, Docente di Sociologia presso l'Università del Salento, che parlerà del progetto Anteas"Le antenne sociali: uno strumento di lettura efficace"

Verranno, quindi, discusse le iniziative che favoriscano la partecipazione a livello sociale delle persone anziane e la loro continua ricerca di nuove esperienze che potenziano l'apprendimento e risultano piacevoli al fine di migliorare lo sviluppo individuale, l'auto-realizzazione e il benessere con il passare degli anni. L'obbiettivo è la ricerca di un invecchiamento ottimale delle persone, in modo che gli “acciacchi” incidano il meno possibile sulla salute e l'anziano possa, quindi, essere spronato ad una vita attiva, fare volontariato, fare esercizio fisico, fare formazione, prendersi cura di figli e nipoti.

 

Lecce, 7aprile 2018


Torna alle news
HOME   AREA RISERVATA   POLICY    W3C HTML5   CSS3