L'arte dei murales quale mezzo di riqualificazione urbana, con Anteas Campolongo

04/10/2018

E' proprio vero il motto che dice "se si sogna insieme è più facile che i sogni si realizzino", credo lo abbiamo sperimentato con il progetto (di Anteas Campolongo) "Cittadinanza attiva - l'arte quale mezzo di riqualificazione urbana". A sognare siamo stati in tanti, dagli enti alle associazioni, ai nostri giovani e ragazzi.
Creare 4 grandi murales in altrettanti luoghi del nostro comune, coinvolgendo nel realizzarli alcuni giovani e ancor prima nell'ideazione e nei bozzetti i ragazzi delle scuole medie, ha innescato nel nostro territorio un vero e proprio "volano" di entusiasmo, partecipazione e curiosità.
Anche la tematica è stata molto apprezzata dai cittadini: parlare del tempo, dello scambio intergenerazionale, di quanto sia prezioso passare del tempo insieme invece che buttarlo nell'isolamento dell'individuo, ha fatto riflettere molto i ragazzi e creato delle vere e proprie opere di denuncia nel territorio; chi passa insomma nei nostri paesi è obbligato a fare una riflessione o almeno è semplicemente e positivamente colpito da quello che vede.
Come Amministrazione comunale di Campolongo Maggiore non posso che ringraziare di cuore chi ci ha coinvolto in questo bel progetto: il Centro Servizi per il Volontariato di Venezia, l'Anteas provinciale di Venezia, l' Anteas Campolongo e l'istituto comprensivo "Diego Valeri". Il mio personale auspicio è di continuare su questa strada visto i bei risultati ottenuti e le tantissime persone, di tutte le età, coinvolte. 
 
-- 
Mattia Gastaldi 
Assessore alla Pubblica Istruzione, Cultura, Comunicazione e Trasparenza
Comune di Campolongo Maggiore